notizia

La domanda globale di cuscinetti ha previsto un aumento del 7,3% annuo fino al 2018

2018-08-07


Di BearingAdmin

Cleveland, OH - Si prevede che la domanda globale di cuscinetti a sfera, a rulli e piani aumenterà del 7,3% annuo a $ 104,5 miliardi nel 2018. Le vendite di prodotti saranno alimentate da investimenti fissi lordi e crescita dei beni durevoli al miglioramento delle condizioni economiche mondiali.


Le vendite sostenute saranno alimentate da investimenti fissi lordi salutari e da una crescita della produzione di beni durevoli al miglioramento delle condizioni economiche mondiali.

Inoltre, contribuire al guadagno di valore sarà uno spostamento del mix di prodotto verso unità più costose e con prestazioni migliori, supportate da progetti sempre più complessi nei prodotti che utilizzano cuscinetti e da prezzi energetici elevati che rendono i cuscinetti altamente efficienti un investimento più interessante. Queste e altre tendenze sono presentate in World Bearings, un nuovo studio di The Freedonia Group, una società di ricerche di mercato con sede a Cleveland.

"La Cina pubblicherà i guadagni più forti di qualsiasi mercato nazionale in termini di dollari", afferma l'analista Ken Long. "In effetti, quasi la metà della domanda aggiuntiva di prodotti fino al 2018 sarà presa in considerazione dalla Cina", afferma.

Gli avanzamenti del mercato in Cina saranno sostenuti da una crescita del PIL ben al di sopra della media globale, da crescenti aumenti nella spesa per investimenti fissi, forti guadagni nella produzione manifatturiera e livelli salutari di produzione e vendite di autoveicoli. Tuttavia, l'India - un mercato dei cuscinetti considerevolmente più piccolo ma ancora ampio - dovrebbe registrare aumenti annuali più elevati in termini percentuali. Un certo numero di mercati più piccoli - tra cui Iran, Indonesia, Turchia, Tailandia e Malesia - registreranno anche progressi salutari nelle vendite.

Si prevede che la domanda di cuscinetti USA salirà al ritmo annuale del 5,9% fino al 2018, rappresentando una delle maggiori performance di mercato di qualsiasi nazione sviluppata, sospinta da un'accelerazione nella crescita economica e nella produzione di beni durevoli. Le vendite di prodotti nell'Europa occidentale e in Giappone rimbalzeranno dai recenti cali, ma i guadagni di mercato in queste aree saranno ben al di sotto della media mondiale. I progressi saranno limitati dagli aumenti generalmente lenti della produzione di beni durevoli e, nel caso del Giappone, da ulteriori diminuzioni nella produzione di veicoli a motore.

Gli aumenti di mercato nell'Europa orientale saranno più forti di quelli registrati nel periodo 2008-2013 ma non altrettanto robusti di quelli in altre aree in via di sviluppo, poiché la spesa fissa per gli investimenti, la produzione automobilistica e la produzione di beni durevoli non aumenteranno tanto rapidamente quanto in Asia / Regione del Pacifico, Africa / Medio Oriente e America centrale e meridionale. Ciò sarà in parte dovuto alla scarsa crescita economica nella vicina Europa occidentale, che rappresenta un importante mercato di esportazione per molti produttori dell'Europa orientale.