Rihoo industria (Hong Kong) Co., Limited
Contattaci

Indirizzo della fabbrica: N ° 15, Yangjia, Xu Village, Wanshi, Zhuangshi Street, distretto di Zhenhai, Ningbo, Zhejiang, Cina 315201,
Tel: + 86-574-87626048
Fax: + 86-574-87626048
Posta elettronica:Sales@rihooindustry.com
Sito Web:www.rihooindustry.com

Collaborazioni accademiche per lo sviluppo di industria 4.0

Da Editor BearingNEWS

24 ottobre 2016



Un progetto congiunto tra SKF, Chalmers University ed Ericsson contribuirà a porre le basi pratiche per 'Industria 4.0', mentre dimostrando l'importanza della collaborazione industria-accademico.

Outsider, la collaborazione tra industria e mondo accademico appare semplice e unidimensionale: la compagnia ha un problema e paga l'Università per la sua competenza nel risolverlo. In realtà, tuttavia, l'interazione tra i due va molto più profondo di questo – che comprende formazione, reclutamento, branding e altri vantaggi condivisi.

 

"Lavorando con le università, avremo accesso alla loro competenza e conoscenza, che altrimenti avremmo dovuto spendere un sacco di tempo l'acquisizione," dice Martin Friis, project manager presso SKF, con un incarico speciale a stabilire legami con partner esterni attraverso finanziati R & Progetti di D.

Mentre la missione di un'università è quello di produrre conoscenza che è rilevante per la società, missione dell'industria è di essere competitivo nel proprio business. Per creare una collaborazione gratificante, è fondamentale capire entrambi i mondi. Qualsiasi collaborazione deve fornire una situazione win-win, o cesserà di esistere.

SKF svolge collaborazioni R&D con Università di tutto il mondo. Queste vanno da singoli progetti di laurea specialistica e dottorato di ricerca attraverso ai più grandi progetti che coinvolgono più di un ricercatore. Alcuni dei più grandi impegni indirizzo un programma o la materia con risorse più grandi.

Esempi sono i SKF University Technology Center, dove SKF ha individuato il partner di collaborazione specifico per tecnologie specifiche. Questi includono tribologia (con Imperial College), acciaio (Cambridge University) e per il condition monitoring (Luleå University).Martin Friis

Alla frontiera
Prodotti e sistemi di produzione diventano sempre più complessi, e il ritmo con cui si creano conoscenza e informazioni rende difficile tenere il passo con gli ultimi sviluppi. Università lavoro "alla frontiera" dei loro sudditi, dice Friis, e attingere a questo è un enorme vantaggio per le imprese industriali.

Tuttavia, informazioni utili anche i flussi in direzione inversa. Mentre l'industria può accedere la ricerca fondamentale da Università, può anche fornire feedback per quanto riguarda le esigenze in corso e future. Questo aiuta il mondo accademico per la ricerca di destinazione più precisamente – e per la progettazione di corsi che si adattano con maggiore precisione dell'industria ha bisogno di produzione di laureati che abbiano le competenze corrette per l'industria moderna.

Questo solleva la questione pratica di assunzione. Una grande azienda industriale quali SKF impiega molti laureati in ingegneria ogni anno e stretti legami accademici possono aiutare a 'marca' SKF nelle menti degli studenti. "Sanno quindi chi siamo – e che ci sarebbe una società interessante lavorare per," dice Friis.

L'idea del marchio – e identità – va di là di quella di reclutamento diretto all'ovile di SKF. Molti laureati ingegneria finirà per lavorare per altre aziende industriali. Ma, avere familiarità con SKF e i suoi prodotti aiuterà l'azienda quando questi studenti – come assistenti tecnici a tempo pieno – sono in grado di specificare i componenti come cuscinetti o guarnizioni.

Allo stesso tempo, il ruolo di docenti – trascorrere parte del loro tempo docente presso le università e supervisionando gli studenti di dottorato e Master possono beneficiare i dipendenti SKF. SKF può anche influenzare lo sviluppo educativo dando lezioni ospite, fornendo le assegnazioni di case per studenti o partecipando alle attività e laboratori dell'Unione degli studenti.

Incoraggiamento industriale
Molti governi sono desiderosi di favorire i legami tra industria e mondo accademico, e non è diverso in Svezia. "I fondi di governo programmi che rafforzano la academia pur concentrandosi sulle esigenze dell'industria, di ricerca" dice Friis. "Deve essere fatto nei settori giusti, così scelgono con cura i progetti".

Su un unico livello, il governo fornisce finanziamenti diretti per l'educazione e la ricerca di base. In cima a questo, un sistema di finanziamento promuoverà la collaborazione industriale – in cui ricerca è ulteriormente sviluppato, così come da personalizzandolo per un ambiente reale. Questo finanziamento colma il divario tra ricerca accademica e valutazione industriale e tecnologia Readiness livelli 3-7 di solito copre. Finanziamenti del governo in genere copre le risorse accademiche, mentre le aziende di coprire le proprie spese.

Per l'industria a lavorare in modo efficiente in quest'area, è fondamentale partecipare ad associazioni ed organizzazioni, al fine di sottolineare le esigenze future dell'industria. Queste organizzazioni cercano di influenzare fattori quali quali aree sono una priorità, e come il finanziamento della ricerca è quello di essere distribuito.

Questo aiuta d'incitamento ad ottenere delle aziende ha bisogno all'ordine del giorno e facilita la costruzione di una rete con accademici, altri potenziali partner di ricerca industriali e agenzie di finanziamento. È un modo efficace per individuare aree di ricerca pertinenti, potenziali partner di ricerca accademici e industriali e finanziamento corrispondente chiama.

Rete di collaborazione
Friis proposto con successo un progetto da Vinnova (parte del Ministero di Enterprise della Svezia) attorno al tema caldo del 'Industria 4.0' – la visione futuristica di interconnettere tutte le parti della fabbrica moderna. Il progetto di due anni, chiamato 5GEM (5 G Enabled Manufacturing), è una collaborazione tra SKF, Chalmers University e gigante delle telecomunicazioni Ericsson. Combinando l'esperienza di Ericsson in tecnologia wireless, conoscenza della SKF dei sistemi produttivi e approccio scientifico degli Chalmers potrebbe contribuire a gettare le basi dell'industria 4.0.

"In fabbrica collegata del futuro, Wi-Fi non vivrà fino ai nuovi requisiti sull'affidabilità, latenza e volumi di dati," dice Friis. "Il sistema sarà necessario essere 'su' tutto il tempo."

Lo standard emergente di 5G – comprese le tecnologie come infrastrutture, soluzioni cloud e analitica – potrebbe essere parte della soluzione pratica che 'consente' industria 4.0. "Finora, industria 4.0 è stato parlato come un concetto – ma è questo tipo di tecnologia che potrà accadere," dice.

L'avvento di 5G permetterà l'uso di più alte frequenze, consentendo grandi quantità di dati da trasferire in modo rapido e affidabile. "Affidabilità e sicurezza sono fondamentali," dice Friis. "Connettività deve essere garantita in tutti i tempi – altrimenti la produzione avrà esito negativo."

Insieme, i partner del progetto svilupperanno una serie di 'manifestanti' sulla base di 5G, che poi saranno testati nelle fabbriche SKF. Questi saranno giudicati su quattro criteri principali: l'efficienza di produzione; flessibilità di produzione; tracciabilità; e sostenibilità. Il team è già vicino a decidere quali dimostranti lavorerà su. Il progetto dimostrerà come connettività può migliorare le prestazioni del sistema di produzione.

L'obiettivo del progetto è quello di utilizzare una maggiore connettività e analitica per dare accesso ai dati corretti – esattamente quando e dove è necessario. Questo adattamento alle esigenze di un essere umano (o macchina) permetterà di decisioni – manuali o automatizzati – che creerà valore nel sistema di produzione.

Consegna industria 4.0
Dati interconnessi già svolge un ruolo importante nell'industria, come ad esempio nei sistemi di manutenzione predittiva. Industria 4.0, se realizzato, prenderei questa ad un livello completamente nuovo.
Johan Stahre, sedia dei sistemi di produzione alla Chalmers University – che è anche il responsabile del progetto 5GEM – dice: "la visione del progetto è di creare un sistema di produzione di livello mondiale che dimostra prestazioni migliorate – tramite una migliorata efficienza, maggiore flessibilità e tracciabilità. Un componente chiave del progetto è garantire che queste tecnologie sono facilmente trasferibili ad altre industrie manufatturiere."

E avverte che l'industria ha bisogno per farlo bene questa volta – come il concetto di interconnettività universale è stato provato una volta prima. "Indietro nel 1990 che abbiamo avuto qualcosa chiamato Computer Integrated Manufacturing, che ha provato a collegare tutto insieme," dice. "Ma l'interoperabilità non riuscita e avevamo 'isole di automazione'. Ci sono voluti altri 20 anni per arrivare a dove siamo ora."

Industria 4.0 deve ancora affronta alcuni ostacoli – in particolare nei dintorni di standardizzazione e interoperabilità – ma progetti come 5GEM potrebbero aiutare a spingerlo più vicino alla realtà.

Aktiebolaget SKF
(publ)

® SKF è un marchio registrato del gruppo SKF.


Copyright © Rihoo industria (Hong Kong) Co., Limited tutti i diritti riservati.  
  • facebook
  • GooglePlus
  • link
  • print
  • twitter